comunicato stampa

Sabato 30 ottobre, ore 9, LECCE

Centro Ecotekne, Università del Salento – Aula Y1 Edificio “Angelo Rizzo”

Presentazione dei risultati finali del progetto Lilt Lecce

“PRIMI STATI GENERALI DELLA PREVENZIONE DEI TUMORI NEL SALENTO”

Ospite il Prof. Silvio Garattini, fondatore e presidente dell’Istituto Mario Negri per una lectio magistralis sul tema “Il futuro della nostra Salute”

Sabato 30 ottobre a Lecce, nel Centro Ecotekne dell’Università del Salento (Aula Y1, Edificio “Angelo Rizzo”), si svolgerà la XIV edizione del Corso di aggiornamento “Ambiente e Salute” organizzato dalla Lega italiana per la lotta contro i tumori (LILT) di Lecce e dedicata quest’anno alla presentazione dei risultati dei “Primi Stati Generali della Prevenzione dei Tumori nel Salento (SGPT)”: un progetto-pilota a livello nazionale, realizzato tra il 2019 e il 2021 da LILT Lecce, in partnership con Università del Salento, Ufficio Scolastico Provinciale, Asl Lecce e Provincia di Lecce, con la partecipazione di numerosi Ordini professionali, Associazioni di categoria, Sindacati ed altre organizzazioni del territorio ed il coinvolgimento di ben 25 istituti comprensivi della provincia.

IL PROGRAMMA

I lavori si apriranno alle ore 9 presso il Centro Ecotekne dell’Università del Salento, nell’aula Y1 dell’edificio “Angelo Rizzo”. Dopo l’introduzione del presidente Lilt Lecce, Carmine Cerullo, sono previsti i saluti istituzionali di: Michele Emiliano, presidente della Regione Puglia; Pier Luigi Lopalco, assessore alla Sanità Regione Puglia; Francesco Schittulli, presidente nazionale LILT; Fabio Pollice, Magnifico Rettore dell’Università del Salento; Vincenzo Melilli, dirigente Ufficio Scolastico Provinciale di Lecce; Rodolfo Rollo, direttore generale ASL Lecce; Donato De Giorgi, presidente Ordine dei Medici di Lecce; Stefano Minerva, presidente della Provincia di Lecce; Carlo Salvemini, sindaco di Lecce.

Seguirà la Lectio magistralis del prof. Silvio Garattini, fondatore e presidente dell’Istituto di ricerche farmacologiche “Mario Negri”, sul tema “Il futuro della nostra Salute”.

Ad illustrare i contenuti ed i risultati del progetto SGPT saranno: il prof. Luigi Spedicato, sociologo dell’Università del Salento e coordinatore dei 10 Tavoli tematici sulla Prevenzione che hanno coinvolto numerosi docenti dell’Ateneo salentino; Anna Lucia Rapanà, psicologa Lilt Lecce (“Il ruolo della Scuola nei Primi SGPT”); Giovanni Zizzari, consulente informatico e data manager (“La consultazione pubblica on line”); Andrea Menotti Musarò, portavoce del mondo giovanile e studentesco SGPT. Per le conclusioni e la presentazione del Libro Bianco con la Risoluzione finale degli SGPT interverrà Giuseppe Serravezza, responsabile scientifico LILT Lecce. Modera i lavori la giornalista Tiziana Colluto.

I PRIMI SGPT NEL SALENTO: UN’AMPIA CONCERTAZIONE SCIENTIFICA E SOCIALE

Il progetto SGPT si è svolto tra la fine del 2019 e il 2021 con l’obiettivo primario di tracciare le grandi linee di una politica di Prevenzione dei tumori che tocchi tutti gli aspetti riguardanti i comportamenti individuali, l’ambiente, il mondo del lavoro e quello dell’educazione. Si tratta di un progetto-pilota a livello nazionale, proposto dalla nostra Sezione provinciale, sulla scorta di un’iniziativa tenuta in Francia alla fine del 2018.

Al termine dei lavori è stato prodotto un “Libro Bianco” contenente un Piano di Prevenzione completo, coerente e innovativo (Risoluzione finale SGPT), che il 30 ottobre sarà consegnato alla Regione Puglia.

L’Università del Salento è stato partner scientifico dei Primi SGPT, nella parte relativa ai Laboratori sui 10 temi della Prevenzione, grazie alla sensibilità e disponibilità dimostrata dal Magnifico Rettore Fabio Pollice e da numerosi docenti dell’Ateneo coordinati dal sociologo Luigi Spedicato.

Altrettanto di rilievo sono stati i contributi dell’Asl di Lecce, della Provincia di Lecce e dell’Ufficio Scolastico Provinciale di Lecce. Il progetto ha visto poi coinvolti, per la prima volta, sul tema della Prevenzione dei tumori, numerosi Ordini professionali (Medici, Psicologi, Giornalisti, Avvocati, Architetti,  Ingegneri, Periti Industriali, Geometri, Commercialisti, Agronomi); associazioni di categoria (Confindustria Lecce, Confartigianato Imprese Lecce, Confcommercio Lecce, Cia Turismo Verde Lecce, FenImprese Lecce); sindacati (Cgil, Cisl e Uil di Lecce), associazioni ambientaliste (Italia Nostra Sud Salento, Forum Ambiente e Salute), nonché il mondo della Scuola con ben 25 Istituti comprensivi della provincia (per un totale di 34 scuole).

Con il coordinamento della LILT ed il ruolo determinante dei docenti, in ogni istituto scolastico aderente al progetto sono stati creati comitati di giovani studenti, chiamati ad esprimersi sulle iniziative di Prevenzione che, a loro parere, dovrebbero intraprendersi (“Se io fossi ministro…”). Queste proposte sono state sviluppate liberamente, a partire da uno scambio di idee, il confronto dei punti di vista e in una prospettiva a lungo termine (“Parlamento dei ragazzi”). Cartelloni, poesie, interviste, video, foto: bambini e ragazzi, di età compresa tra i 9 e i 14 anni, hanno scelto modalità diverse per trattare i vari aspetti legati alla Prevenzione, dimostrando grande interesse, entusiasmo e spirito d’iniziativa.

Infine, nei mesi di febbraio e marzo 2021, il progetto SGPT ha lanciato una Consultazione pubblica on-line sui temi della Prevenzione, raccogliendo ben 600 risposte ai quesiti proposti sul sito www.statigeneraliprevenzione.it e sui canali social Lilt Lecce, insieme a centinaia di commenti e riflessioni sugli argomenti oggetto d’indagine.

Le risultanze del lavoro svolto (Libro Bianco e Risoluzione finale) saranno consegnate alla Regione Puglia e delle Istituzioni nazionali, affinché siano tradotte in provvedimenti legislativi adeguati.

 

L’APPELLO DELLA LILT DI LECCE: “SOLO SCELTE CORAGGIOSE IN TEMA DI AMBIENTE E SALUTE POTRANNO FERMARE L’EPIDEMIA DI TUMORI”

 “Sia le Istituzioni sanitarie e scientifiche, sia le istanze raccolte tra i cittadini e gli studenti in occasione dei Primi SGPT, hanno sottolineato il fatto che la politica sanitaria è ancora troppo incentrata sulle cure, mentre la Prevenzione, soprattutto quella Primaria, rappresenta una delle principali sfide che abbiamo davanti”,sottolineano gli oncologi Carmine Cerullo e Giuseppe Serravezza, rispettivamente presidente e responsabile scientifico della LILT di Lecce. “Alla luce delle più recenti evidenze scientifiche sullo stretto rapporto tra Ambiente e Salute – proseguono – crediamo che le drammatiche emergenze epidemiologiche ed ambientali dei nostri tempi necessitino da parte di tutti decisioni coraggiose, per disegnare insieme un nuovo modello di sviluppo socio-economico e sanitario compatibile con tutte le forma di vita esistenti. L’efficacia della Prevenzione del cancro dipende certamente dal coinvolgimento trasversale di tutte le Istituzioni, nonché da quello individuale e sociale. La Prevenzione deve pertanto far parte delle politiche sociali, ambientali ed economiche, non solo di quelle sanitarie. Questa è sicuramente una sfida corale, che può essere vinta solo imprimendo un fattivo cambiamento culturale. Gli SGPT hanno inoltre evidenziato l’importanza di rafforzare la capacità della società civile di denunciare pratiche che possono minacciare la salute o l’ambiente (diritto di allerta). A tal fine pensiamo sia divenuto ormai indispensabile formare nuovi attori della Prevenzione, attraverso una professionalizzazione delle competenze che dovranno essere certificate da uno specifico diploma, in collaborazione con le Università del territorio”.

 

Info di servizio: Per accedere al convegno è necessario essere muniti di green pass o esito tampone. Ingresso libero fino ad esaurimento posti. 

0 0 votes
Article Rating